Munro, IL SOGNO DI MIA MADRE

Attraverso otto formidabili racconti, questa autrice canadese con intelligenza e ironia ci introduce nelle storie e nelle case delle sue vittime/complici: sono cuori pensanti e comiche involontarie, madri improbabili e probabili figlie e amori (amori?) che la tragica durezza della vita e le disillusioni trasformano in donne dallo sguardo acuto sul mondo, capaci di sostenere il dolore, come ne Le bambine restano, comunque sincere.
Nell’ultimo racconto, che dà il titolo al libro, si legge: “…ma sono convinta che fu nel momento in cui decisi di tornare indietro, quando rinunciai alla guerra contro mia madre (che doveva significare la lotta per la sua resa incondizionata) e quando scelsi in effetti la sopravvivenza alla vittoria (la morte sarebbe stata la vittoria) che accolsi la mia natura femminile”.
Uno stile asciutto, un bel leggere.

Alice Munro, Il sogno di mia madre
Einaudi 2004, euro 12,00

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...