Baldanzi, FIGLIA DI UNA VESTAGLIA BLU

Pregevole per la scrittura vivace e diretta, il libro innanzi tutto incuriosisce per il fatto che sia una giovane donna oggi a parlare di fabbrica e operai, in un’epoca come la nostra, in cui nessuno sembra più interessarsi né all’una né agli altri.
Nel corso della narrazione è sempre presente la sua terra, il Mugello: Simona ne parla con amore e con dolore, perché le sue montagne, così belle e fragili, sono state violate e ormai devastate dagli uomini e dalle loro macchine in un’opera di distruzione insensata. E questo è per lei, e per noi, insopportabile.
Il racconto segue due binari: quello del presente e dell’esperienza di intervistatrice presso i cantieri della TAV e quello del passato, i ricordi personali riguardanti la madre operaia – la vestaglia blu del titolo – presso la fabbrica Rifle del Mugello. I due binari si intrecciano continuamente, un’esperienza rimanda all’altra, il presente al passato.
E questa è la seconda cosa che stupisce nella lettura: il senso profondo della memoria in una giovane donna come l’Autrice, i cui ricordi infantili legati alla madre risorgono vivissimi o per analogia o per contrasto da quanto conosce attraverso i dialoghi e le relazioni che crea con gli operai della TAV.
Simona sa infatti cogliere la ricchezza che viene dall’incontro con gli altri e con la loro diversità, sa restituire a ogni personaggio la propria unicità, descrivendolo con poche vive pennellate, attraverso le emozioni che ha provato nei suoi confronti e di cui dimostra di essere sempre lucidamente consapevole.
Non perdetevi il romanzo della figlia della vestaglia blu!

Simon Baldanzi, Figlia di una vestaglia blu
Fazi 2006, euro 13,50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...