Il mito di una donna

DSCF6105Questo libro è l’autobiografia di una donna vissuta al di fuori delle regole che il suo tempo voleva imporle. Lou Andreas Salomé non è stata – solo – una musa ispiratrice di poeti: essa continua a occupare un posto di rilievo non solo quale fonte significativa della cultura tedesca ed europea tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, ma costituisce nella riappropriazione della ‘questione femminile’ un’espressione individualissima della nuova presa di coscienza della propria autonomia di donna contro l’oppressione della cultura patriarcale.
Di origine aristocratica, cresciuta in Russia, di madrelingua tedesca si ribella contro i meccanismi coercitivi della società, rifiutando la Chiesa, il matrimonio e il ruolo di madre. Intrecciando giovanissima una relazione con il suo mentore, un pastore olandese, fa inscenare una cresima-beffa dal tenore sacrilego. Viaggiando per l’Europa rivendica la propria libertà intellettuale e sessuale, capovolgendo la passvità della donna, da oggetto di scelta maschile a soggetto che sceglie, seduttrice e spregiudicata. Contornata da una corte di filosofi e intellettuali, non si contano le sue vittime.
Legata a Nietzche, amante di Rilke, moglie di uno studioso iranista, amica di Freud e di Jung, Lou Andreas-Salomé ha evocato una nuova sconvolgente mistica femminile, alla ricerca di una identità per la donne autonoma e positivamente trasgressiva.

Lou Andreas-Salomé, Il mito di una donna
(PGreco, 2014)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...