Corso-Landi, Ritratto a tinte forti

Tra i preziosi acquisiti recentemente dalla Libreria:

DSCF6308

‘Dall’incontro scontro tra un padre padrone e una ragazzina dalla volontà ferrea, decisa a conquistarsi la propria libertà, nasce il destino di Carla, così legato ad un progetto di rivalsa e diserzione’. Sono parole di Dacia Maraini per introdurre la storia di Carla Corso, che in Ritratto a tinte forti ripercorre la propria vita di prostituta nell’Italia degli ultimi vent’anni.
Amante del rischio, insofferente di qualsiasi disciplina e determinata a uscire a ogni costo dalla miseria delle origini, Carla può contare soltanto su se stessa e sceglie con lucidità di mettersi sulla strada. ‘Ti metti in vendita perché hai bisogno di denaro’, dichiara, aggiungendo a nome del Comitato per i diritti civili delle prostitute, che ha fondato insieme a Pia Covre e di cui è presidente: ‘A noi questo mestiere va bene, non vogliamo farne un altro, vogliamo solo farlo più tranquillamene e con certe garanzie, senza essere continuamente  prese di mira dalla polizia e dai benpensanti. Avremmo dovuto investirci del ruolo delle disgraziate costrette a prostituirsi. Il fatto che andavamo a dire Lo faccio per scelta, voglio poterlo fare ancora ha suscitato l’inferno’.

Carla Corso e Sandra Landi, Ritratto a tinte forti
Club, 1991

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...